La crisi dell’edilizia continua. Dalla Cape appello a banche e pubblica amministrazione

La presentazione del bilancio 2011 della Cassa assistenziale paritetica edile è stata per i vertici dell’ente bilaterale l’occasione per fare il punto sulla crisi dell’edilizia a Brescia. Purtroppo non ci sono segni di miglioramento. La situazione del settore è drammatica ma l’edilizia bresciana non si arrende. C’è bisogno di fiducia – dicono alla Cape – che le banche tornino ad aprire i cordoni del credito e che la pubblica amministrazione cominci a pagare più rapidamente i lavori per i quali oggi le aziende sono costrette ad aspettare anche due anni. Della situazione riferiscono questa mattina sia il Giornale di Brescia che Bresciaoggi.

Edilizia, «2012 nero. Ma si può solo risalire»
Edilizia, la crisi falcia 6.400 posti

Etichette: , , ,

CISL BRESCIA: accessi in sicurezza regolati su prenotazione 030 3844511