Più vicino l’accordo sulla riforma del mercato del lavoro dopo l’incontro sindacati e Governo

Ammortizzatori sociali e articolo 18 sono stati i temi di un nuovo incontro ieri pomeriggio tra i leader di Cgil, Cisl, Uil e Ugl ed il ministro del Lavoro Elsa Fornero. “Posso dire che va meglio dell’altro ieri – ha detto il Segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni – stiamo discutendo e, quando si discute di merito, va meglio”.

Ferma la posizione della Cisl a difesa degli ammortizzatori sociali per la mobilità: “Si tratta della terza gamba degli ammortizzatori sociali viene utilizzata quando le aziende sono morte, sono fallite. In quel caso la mobilità è importante perché dà possibilità alle persone di non andare in mezzo alla strada. Cancellare una protezione di questo tipo sarebbe una ecatombe sociale”.

Sull’articolo 18 Bonanni – che in serata ha avuto un incontro nella sede della Cisl di via Po con Pier Luigi Bersani– ribadisce assieme al leader del Pd che una manutenzione è possibile, senza toccare ovviamente la tutela del reintegro in quanto tale: “Quando ero giovane e all’inizio della mia carriera – ha raccontato Bonanni – sono stato licenziato ingiustamente solo perché ero un sindacalista e fui reintegrato proprio grazie all’art. 18. Gli abusi e le discriminazioni devono essere combattuti come avviene in tutta Europa, per il resto discutiamone”. A proposito di abusi, il Segretario della Cisl ha sottolineato la necessità di eliminare i lavori truffa e forme di flessibilità malata come le finte partite Iva e gli associati in partecipazione.

Etichette: , , , , ,