Un nuovo piano industriale alla Lones di Calvisano potrebbe ridurre gli esuberi

Il progetto di ridimensionamento della Lones di Calvisano – 150 esuberi su una forza lavoro di 370 dipendenti – potrebbe essere ripensato. Nell’incontro con la proprietà i rappresentanti sindacali della Femca Cisl, Filctem Cgil e Uilta Uil hanno registrato la disponibilità aziendale a richiedere un ulteriore periodo di cassa integrazione straordinaria per ridefinire un nuovo piano industriale.

Il Giornale di Brescia riporta questa mattina una dichiarazione del predisente della Lones, Carlo Migliorati: «Non vogliamo illudere nessuno: la nostra situazione resta complicata, ma un altro anno di cassa straordinaria ci permetterebbe di guadagnare tempo e anche di trovare un progetto più adeguato agli scenari futuri del mondo delle calzature».
Una verifica su questa ipotesi di lavoro è in programma per aprile, mentre per le spettanze arretrate di gennaio e febbraio la situazione dovrebbe essere risolta nelle prossime settimane.

Etichette: , , , ,