Gradualità per il nuovo sistema di ammortizzatori sociali

Iniziato alle 18 è terminato dopo le 21 il nuovo incontro tra Governo e parti sociali sulla riforma del mercato del lavoro dedicato ancora alla ridefinizione ristrutturazione del sistema degli ammortizzatori sociali. Decisiva è la questione delle risorse disponibili che però l Governo non ha indicato con la necessaria chiarezza, mentre è stato confermato che le novità entreranno in vigore gradualmente per andare a regime nel 2017 . Un nuovo appuntamento è stato messo a calendario per giovedì 1 marzo.

Il ministro Elsa Fornero ha aperto tre ore di confronto con le parti sociali garantendo la “ferma intenzione” di cercare un’intesa: “Perché serve la consapevolezza che la riforma non serve ad accontentare il governo o qualche partito” ma è per “il bene del Paese”. Il ministro ha quindi ha tracciato le linee guida della riforma degli ammortizzatori: estendere le tutele a 12 milioni di lavoratori, allargandole ai quasi otto milioni di esclusi, senza gravare sulla fiscalità generale ma puntando su un sistema assicurativo-contributivo.

Elsa Fornero ha preso l’impegno di presentare la riforma nel dettaglio il prossimo primo marzo, riferiscono i sindacati.

Bene gli obiettivi ma non c’é chiarezza sulle risorse, dicono i sindacati, che temono una diluizione delle protezioni oggi in campo per allargare la platea senza avere nulla in più da spendere. (ansa.it)

Etichette: , , , , ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511