Iveco Brescia: confronto tra direzione e Rsa. Oggi i sindacati ne riferiscono in assemblea

Si svolgono oggi alla Iveco le assemblee in cui le Rsa aziendali, Fim Cisl, Uilm Uil e Fismic illustreranno ai lavoratori l´esito del confronto con la direzione Iveco di Brescia chiesto dal sindacato per una valutazione dell’accordo che cinque mesi fa ha introdotto nella fabbrica bresciana i “contratti di solidarietà” e per avere dalla proprietà dati oggettivi sulle prospettive aziendali.

L’incontro si è svolto negli uffici dell´azienda considerato che la società, da quest´anno, non aderisce più a Confindustria; vi hanno preso parte i componenti delle Rappresentanze Sindacali Aziendali elette dai lavoratori e i rappresentanti di Fim Cisl, Uilm Uil e Fismic.

Il numero complessivo dei dipendenti Iveco di Brescia è sceso di 146 addetti assestandosi a 2.454 unità anche in seguito all´accordo sindacale per l’attivazione della procedura di mobilità che si è conclusa a fine 2011.

Sui contratti di solidarietà, a fronte di una riduzione d´orario prevista inizialmente fino a un massimo del 36% per far fronte a 900 esuberi, nella prima fase questa riduzione è stata contenuta al 24% in quanto alcuni reparti hanno operato per allestimenti destinati ad altri siti; inoltre, circa 60 addetti, nello stesso periodo, sono stati distaccati nelle sedi di Torino e Piacenza: questo, di conseguenza, ha permesso di assorbire un terzo del «taglio» inizialmente concordato.
Per il 2012 la direzione aziendale di Iveco Brescia conferma una produzione media di 16.000 carri, senza ulteriori peggioramenti, confermando la quota storica che Iveco vanta sul mercato occidentale.

La direzione ha confermato gli investimenti e ribadito lo stato di avanzamento degli impegni approvati nell’ultimo biennio che complessivamente ammontano a 18 milioni di Euro: 4,3 milioni destinati all´Eurocargo e 5,3 milioni per l´ottimizzazione dei fabbricati; le restanti risorse sono state destinate ai capitoli sicurezza e innovazione degli impianti. Altri 5 milioni sono in corso di approvazione per quest´anno.

Ad un aspecifica richiesta sindacale sull’ipotetico ampliamento dello stabilimento, la direzione Iveco Brescia ha risposto dicendo che le aree del sito bresciano attualmente non impegnate sono “oggetto di seria valutazione” per un possibile allargamento dell´area produttiva.

Etichette: , , ,