Gli obiettivi Cisl FP per il lavoro pubblico alla vigilia del rinnovo delle RSU

I lavoratori del pubblico impiego – dipendenti della sanità pubblica, degli enti pubblici, degli enti statali e parastatali – sono chiamati a rinnovare le Rappresentanze Sindacali Unitarie, organismi sindacali presenti in ogni luogo di lavoro, costituiti da non meno di tre persone, eletti da tutti i lavoratori. Un’operazione che coinvolge circa 20.000 lavoratori nel bresciano: 7.000 negli enti locali, 2.300 nello uffici statali e parastatali, ed il resto nella sanità. Le votazioni per le RSU si terranno tra il 5 e il 7 marzo. Ieri pomeriggio la Cisl Funzione Pubblica ha riunito delegati e candidati Rsu che hanno incontrato il Segretario nazionale Giovanni Faverin.

Un dialogo a tutto campo che è servito a mettere a fuoco le questioni centrali dell’iniziativa sindacale della Cisl verso la Pubblica Amministrazione, tradotto nella realtà bresciana dal Segretario della Cisl Fp di Brescia Angelo Galeazzi: “Il funzionamento dei servizi e del pubblico impiego è direttamente collegato allo sviluppo del sistema Brescia ed è per questo sul ruolo e sul valore del lavoro pubblico lanciamo una sfida alle amministrazioni. Abbiamo chiesto un vero tavolo di confronto per il rinnovo della Pubblica amministrazione: la Prefettura ci ha dato la sua disponibilità e vogliamo utilizzare fino in fondo questa opportunità di dialogo e di confronto, per avviare concretamente una stagione di cambiamento per il lavoro pubblico e per il servizio che rende ai cittadini e alla comunità”.

FUNZIONE PUBBLICA VENTIMILA AL VOTO (Giornale di Brescia)
LA SFIDA CISL (Bresciaoggi)
SENTINELLE DEI CITTADINI (bsnews.it)

Etichette: , , , , ,