Ubi Banca chiude nel bresciano 7 filiali e 2 minisportelli

L’avvio del confronto non è ancora stato messo a calendario ma la discussione tra Gruppo Ubi Banca e rappresentanti dei lavoratori si preannuncia di una certa delicatezza dopo la presentazione del programma di ristrutturazione: 84 chiusure a livello nazionale, 9 nel bresciano.

L’obiettivo del quinto istituto di credito italiano, nato nel 2007 dalla fusione di nove banche tra le quali il Banco di Brescia e la Banca di Valle Camonica, è quello di ridurre i costi gestione eottimizzare le risorse. Secondo Ubi Banca la riorganizzazione – che vorrebbe operativa dalla dine di febbraio – non avrà immediati impatti sul fronte occupazionale, anche se sarà necessario adottare misure di mobilità territoriale. Il piano prevede la chiusura di 84 punti commerciali (36 filiali e 48 minisportelli) e la trasformazione di 38 filiali in minisportelli. La provincia di Brescia è il territorio più colpito da questa riorganizzazione con sette filiali e due minisportelli, tutti del Banco di Brescia. Chiuderanno le filiali di Chiari, Gussago, Lumezzane, Manerbio, Ospitaletto, Salò e Leno; destinati alla chiusura anche i minisportelli di Lumezzane Pieve e quello di Barghe.

Etichette: , , ,

CISL BRESCIA: accessi in sicurezza regolati su prenotazione 030 3844511