Anche la Cisl di Brescia per il diritto di cittadinanza dei figli degli immigrati

Anche la Cisl di Brescia aderisce alla campagna L’Italia sono anch’io e alla raccolta di firme a sostegno della riforma della legge sulla cittadinanza per i giovani immigrati di seconda generazione.

L’impegno della Cisl per i diritti di cittadinanza delle seconde generazioni si è tradotto nel recente passato in varie iniziative, dalla costituzione di Anolf Giovani 2G al sostegno della battaglia per diritto di voto amministrativo fino al progetto “18 Ius Soli” che si sta concretizzando in una campagna nazionale di sensibilizzazione ai diritti delle seconde generazioni promossa anche attraverso un film realizzato con le testimonianze di tantissimi nuovi giovani italiani.

“Dei quattro milioni di immigrati in Italia, 862mila sono minori – ricorda Enzo Torri, Segretario generale della Cisl – e 220mila sono i minori figli di famiglie immigrate che vivono in Lombardia: hanno tutto il diritto di vedere riconosciuta la loro aspirazione ad essere considerati e tutelati per quello che sono: cittadini italiani. Niente di più e niente di meno.”

Etichette: , , , , , , , , ,