Fnp Cisl: un punto di riferimento sicuro per pensionati e anziani
TORNA INDIETRO

Fnp Cisl: un punto di riferimento sicuro per pensionati e anziani

3 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 23 Settembre 2011

Alfonso Rossini, Segretario generale dei Pensionati Cisl, usa la metafora del tagliando a cui periodicamente si sottopone l’automobile per controllarne l’efficienza, per spiegare il senso dell’Assemblea organizzativa che ha riunito questa mattina nell’Auditorium della Cisl 170 delegati della Fnp di Brescia. E indica l’obiettivo: verificare l’efficacia della struttura organizzativa rispetto agli scopi che la Fnp Cisl si è data. Il Segretario generale della categoria ha innanzitutto proposto una fotografia ragionata della categoria che è chiamato a guidare: “Numericamente grande, – ha detto Rossini – con una rappresentanza complessa che non riguarda solo i pensionati ma più in generale gli anziani. Diffusa sul territorio in maniera straordinariamente capillare e organicamente dentro la Cisl: per le esperienze che raccoglie, per l’impegno e per le attività che mette in campo”.
Rossini rivendica con orgoglio il compito di rappresentanza che gli iscritti hanno affidato alla Fnp Cisl a tutela del ruolo, dei pensionati e degli anziani, che non sono un peso ma una risorsa per l’intera società, fattore di coesione e di solidarietà attiva.

Proprio per questo l’insoddisfazione dei Pensionati Cisl sui contenuti, sui tempi e sulle modalità delle azioni anticrisi del Governo ha fatto irruzione nella relazione del Segretario generale. Si sta sottovalutando l’allarme sociale che la crisi sta generando; la politica non è in grado di dare risposte di prospettiva; c’è un serissimo problema di fiducia che il Governo sta colpevolmente sottovalutando. “Abbiamo manifestato e continueremo a manifestare contro l’insostenibilità di una manovra economica che impone sacrifici a chi i sacrifici li fa da sempre lasciando indisturbati i grandi patrimoni così come i privilegi e i costi della politica”, ha detto ancora Rossini, chiedendo un cambio di passo senza il quale la crisi continuerà ad allargarsi.

“Per uscire dalle secche (e non solo quelle economiche) in cui il Paese sembra sprofondare – ha detto Enzo Torri, Segretario generale della Cisl bresciana intervenendo a chiusura dell’Assemblea – abbiamo bisogno di costruire alleanze e progetti con tutti i soggetti sociali che condividono il valore della persona e la sua centralità, il perseguimento del bene comune sopra ogni altra finalità, un’idea di convivenza civile e di comunità solidale basata sul confronto, sul rispetto e sul dialogo sociale. Un percorso necessario che la Cisl ha intrapreso con coraggio; un percorso nel quale i Pensionati della Cisl possono e devono mettere in gioco il loro straordinario patrimonio di esperienze”.

Il documento finale dell’Assemblea che i delegati hanno votato all’unanimità, costituisce un’agenda di lavoro particolarmente intensa. Alla base di tutto c’è comunque una costante vicinanza ai pensionati e agli anziani. La Fnp vuole essere organizzazione capace di proposte, riconoscibile e affidabile sia nei servizi che nelle azioni di contrattazione sociale, punto di riferimento a cui tutti, iscritti e non iscritti, devono poter guardare con fiducia.

il documento conclusivo dell’Assemblea organizzativa Fnp Cisl Brescia