Un invito a visitare il Museo del lavoro di Tavernole in Valtrompia
TORNA INDIETRO

Un invito a visitare il Museo del lavoro di Tavernole in Valtrompia

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 16 Agosto 2011

“Gentile direttore, attraverso il suo quotidiano, vorrei segnalare un luogo della nostra provincia ancora, forse, poco conosciuto dai bresciani ma molto interessante perché appartiene fortemente alle loro radici ed alla loro storia”. Comincia così una lettera sul Museo del lavoro di Tavernole, piccolo Comune della Valtrompia a metà strada tra Gardone e Bovegno, che il Giornale di Brescia ha pubblicato qualche giorno fa. A scrivere è una lettrice del quotidiano dopo la visita alla struttura museale. Una “rara ed antica testimonianza della siderurgia al carbone conservatasi in Europa e dove il minerale di ferro veniva trasformato in ghisa. Qui tutto parla di lavoro, fatica, sacrificio umano di povera gente, di antiche famiglie bresciane ma anche dell’intuito e del genio di grandi imprenditori bresciani che seppero sfruttare e mettere a disposizione delle popolazioni delle tre valli (Valsabbia, Valtrompia, Vallecamonica), le abbondanti risorse a loro disposizione, materie povere come: legno, ferro, acqua…Pochi sanno che anche Leonardo da Vinci si fermò qui per compiere i suoi studi di ingegneria meccanica. Ancora si conservano importanti documenti”
Una lettera di ringraziamento che diventa per tutti un invito alla vista al Museo del lavoro di Tavernole. Un modo diverso per impiegare qualche ora di queste settimane di vacanza.
Per tutto agosto il Museo (030 9280022 oppure 030 8337494) è aperto il sabato, la domenica e i giorni festivi, dalle ore 15 alle ore 19.