L’emergenza del bilancio statale: oggi le parti sociali tornano al tavolo con il Governo

Giornata chiave su più fronti, oggi per le parti sociali, che si incontreranno tra loro e poi torneranno a Palazzo Chigi al tavolo con il Governo. Insieme, imprese e sindacati chiederanno all’esecutivo di fare chiarezza nel dettaglio su quali misure intende mettere in campo, quanto costeranno, e dove verranno reperite le risorse per finanziarli. Su questo fronte l’atmosfera tra le parti è di allarme: si teme un alto costo sociale, a partire da una stretta sulla spesa previdenziale su cui è ampio il fronte del no nei sindacati. Sulle pensioni «allo stato non c’è nulla», dice il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, che garantisce una eventuale «verifica con le parti sociali». Altra incognita è quella della scelta di pressione fiscale, con l’esigenza per imprese e lavoratori di sgravare il peso sul lavoro e riposizionarlo sulle rendite. Famiglie, disabili, anziani, da parte loro, non sono più disposti a far parte della fetta più consistente del risanamento. Dicono un netto «no» ad altri tagli, sono molto preoccupati per le misure anticrisi che sta mettendo a punto il governo. Vedrebbero con piacere l’introduzione della patrimoniale e delle tasse sulle rendite finanziarie. Priorità restano la lotta all’evasione fiscale e ai tagli della politica. (Ansa)

Etichette: , , ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511