I delegati Fim della Oto Melara scrivono al Prefetto perché solleciti le istituzioni
TORNA INDIETRO

I delegati Fim della Oto Melara scrivono al Prefetto perché solleciti le istituzioni

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 22 Luglio 2011

I delegati Fim della Oto Melara sono stati ricevuti questa mattina in Palazzo Broletto da un rappresentante del Prefetto al quale hanno consegnato una lettera sulla situazione del’azienda. “A nome dei nostri iscritti e colleghi – scrivono i delegati Fim della Oto Melara – vogliamo manifestarle la preoccupazione che da qualche mese nutriamo per il futuro della nostra azienda.Nel 2008 abbiamo sottoscritto un piano industriale alla presenza delle istituzioni bresciane che prevedeva una riorganizzazione del sito di Brescia e contemporaneamente la nascita di una nuova società del gruppo Finmeccanica che potesse dare prospettive occupazionali al nostro territorio. A distanza di 3 anni il piano non è ancora realizzato, anzi non sarà più realizzata la nuova società. La conseguenza di questa scelta si è tradotta nella presentazione di un nuovo piano industriale che prevede l’esternalizzazione del reparto magazzino (15 persone coinvolte ) ad una società collegata al gruppo Finmeccanica, accanto ad una procedura di mobilità per circa 40 persone accompagnabili alla pensione. Questa operazione rischia di decretare inesorabilmente la chiusura del nostro sito”. L’auspicio dei delegati Fim della Oto Melara è che le istituzioni bresciane sappiano svolgere un ruolo attivo nell’individuare le soluzioni idonee, ruolo che fino ad oggi – sebbene sollecitato in più occasioni – non è ancora stato attuato.