Mai cosi alta (29,6%) la disoccupazione giovanile in Italia
TORNA INDIETRO

Mai cosi alta (29,6%) la disoccupazione giovanile in Italia

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 1 Luglio 2011

Nel primo trimestre del 2011 la disoccupazione giovanile – in statistica i giovani sono la popolazione fino a 25 anni d’età – è salita al 29,6% (era al 28,8% nello stesso periodo del 2010). E’ il tasso di disoccupazione giovanile più alto registrato dall’Istat a partire dal 2004; nell’Unione Europea (dati Eurostat) la percentuale dei giovani senza lavoro è del 20%. Il dato complessivo rileva a maggio un incremento della disoccupazione (8,1% rispetto all’8% di aprile); su base annua i senza lavoro sono comunque in calo: a maggio 2010 erano l’8,6% e il raffronto del primo trimestre segna un meno 0,5% (8,6% nel 2011 contro 9,1% nel 2010). Nei paesi dell’Unione Eurpea il tasso stimato di disoccupazione è del 9,9%.