Risorse e programmazione per il 118
TORNA INDIETRO

Risorse e programmazione per il 118

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 15 Giugno 2011

Migliorare la programmazione dell’attività di soccorso nel territorio regionale per rendere omogenea l’erogazione del servizio e ridurre i tempi di attesa di intervento. E’ l’obiettivo dichiarato del protocollo di intesa sulla riorganizzazione del sistema emergenza/urgenza 118 regionale che Cgil, Cisl e Uil Lombardia – unitamente alle rispettive categorie FP Cisl, FP Cgil, e Uil Flp – hanno firmato ieri con l’Assessorato regionale alla Sanità. Bastano poche cifre a dare la dimensione di questo servizio in Lombardia: 1500 operatori del servizio sanitario regionale impegnati nel “118”, oltre 40.000 tra volontari e dipendenti degli enti e associazioni del terzo settore che garantiscono operatività al servizio su tutto il territorio lombardo, 297 mezzi di soccorso. Tra i principali interventi della riorganizzazione, che comporta un incremento delle risorse per il sistema, si prevede un aumento de mezzi di soccorso sul territorio regionale, la revisione dell’attività ed una riorganizzazione delle Centrali operative di emergenza urgenza 118, la revisione delle procedure di accreditamento e assegnazione delle postazioni dei mezzi di soccorso di base, la ridefinizione dei percorsi formativi per il personale medico, infermieristico, tecnico che opera nel sistema, il potenziamento della infrastruttura tecnologica.

il comunicato stampa di Cgil Cisl Uil