Prodotto e macchinari non escono dalla Medighini: sorveglianza 24 ore su 24
TORNA INDIETRO

Prodotto e macchinari non escono dalla Medighini: sorveglianza 24 ore su 24

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 3 Giugno 2011

Da ieri pomeriggio, al presidio dei lavoratori della Medeghini – che impediscono sia l’ingresso del latte per la lavorazione giornaliera che l’uscita del prodotto stagionato – si è aggiunto un servizio di vigilanza su tutti gli accessi dell’azienda. Lo ha disposto il curatore fallimentare dopo che alcuni dipendenti, nonostante la giornata festiva, avevano segnalato strani movimenti all’interno della casearia. “Siccome l’esperienza ci dice che il rischio, in fasi delicate come questa, è che spariscano macchinari e merce – spiega Daniele Cavalleri, Segretario generale della Fai Cisl – abbiamo chiesto al curatore fallimentare una verifica immediata. Ed è in base a questa verifica che è stata disposta la sorveglianza 24 ore su 24”. La situazione della Medeghini, il cui fallimento è stato dichiarato lo scorso 31 dicembre 2010, è ad un punto di svolta: il Tribunale ha deciso la revoca dell’affitto di ramo d’azienda alle due società che si erano candidate a rilevarne l’intera attività ma che, all’atto pratico, non erano state in grado di fornire le garanzie economiche ed assicurative necessarie. “La speranza è che ora possano farsi avanti imprenditori veri – conclude Cavalleri – non compromessi con la vecchia proprietà e seriamente intenzionati al rilancio di un’azienda che ha in sé notevoli potenzialità”.