Accordo al Cfp Zanardelli per la stabilizzazione dei precari
TORNA INDIETRO

Accordo al Cfp Zanardelli per la stabilizzazione dei precari

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 19 Maggio 2011

Raggiunto l’accordo per la soluzione della vertenza del Centro di formazione professionale Zanardelli. L’ente formativo della Provincia di Brescia è stato per molti mesi al centro dell’attenzione generale per il precariato di oltre la metà dei suoi dipendenti: sul totale di 330 lavoratori, infatti, solo 157 sono a tempo indeterminato, mentre gli altri 140 sono precari e circa 40 assunti con contratti di lavoro interinale. L’intesa tra organizzazioni sindacali e la Direzione del Cfp Zanardelli ha preso forma in quest’ultimo mese e costituisce l’inizio del radicale processo di ristrutturazione occupazionale del Centro di formazione professionale. Partono immediatamente le procedure di selezione per l’ assunzione a tempo indeterminato dal 1 luglio 2011 di 87 lavoratori ai quali, nel corso dell’anno scolastico 2011/12, se ne aggiungeranno altri 15/20. La graduatoria frutto delle procedure di selezione rimarrà aperta per 3 anni e ad essa si attingerà per le successive assunzioni a tempo indeterminato e determinato anche in sostituzione dei pensionamenti che verranno a maturare. “L’accordo premia la paziente e tenace determinazione dei lavoratori, l’impegno delle rappresentanze sindacali e del cambio di atteggiamento della parte datoriale – spiega Mauro Scaroni della Fp Cisl di Brescia – che ha dato concretezza alle parole spese ripetutamente in favore della formazione professionale, un ambito che deve necessariamente ragionare in prospettiva del futuro garantendo ad allievi e famiglie garanzie di qualità che solo la continuità didattica ed operativa su tutto il territorio provinciale è in grado di offrire”. L’impegno delle rappresentanze sindacali sarà adesso quello di tenere monitorata l’organizzazione dei fabbisogni di personale e sollecitare la controparte per attivare le assunzioni appena si verificheranno le necessità per continuare a garantire e a migliorare il livello di offerta formativa sul territorio. L’accordo segna un cambio di passo molto importante. “Finalmente si potrà avviare anche per il Cfp Zanardelli la contrattazione decentrata integrativa che fino ad ora non si era mai realizzata. Finalmente  – conclude Scaroni – un segnale di grande rilievo per il passaggio dalla precarietà alla stabilizzazione di tanti lavoratori. Che è anche un segnale di speranza nel complesso quadro del mondo del lavoro sul nostro territorio”.