Cassa integrazione: segnali contrastanti
TORNA INDIETRO

Cassa integrazione: segnali contrastanti

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 10 Marzo 2011

Secondo i dati diffusi dall’Inps, nel mese di febbraiosono state autorizzate alle imprese bresciane 2,6 milioni di ore di cassa integrazione, in calo sia rispetto al mese di gennaio 2011 (quando le ore autorizzate furono 3,4 milioni) sia rispetto a febbraio 2010 (3,2 milioni). Il dato va comunque scomposto se si vuole comprendere il reale andamento di questa fase economica e produttiva. Inaffti, alla riduzione della cassa integrazione “ordinaria” si contrappone l’aumento di quella “straordinaria” che rispetto ad una anno fa è addirittura raddoppiata (un milione di ore contro le 562mila di febbraio 2010); sostanzialmente stabile il ricorso alla cassa in deroga (679mila ore). La situazione rimane dunque molto incerta. Lo scorso mese, infatti, in Italia le richieste di cassa integrazione sono tornate a crescere, con l’autorizzazione di 70,6 milioni di ore (+17% rispetto al mese precedente, anche se -27% su febbraio 2010). La maggior parte delle ore richieste a livello nazionale ha riguardato la cassa straordinaria.