Agro-alimentare per lo sviluppo
TORNA INDIETRO

Agro-alimentare per lo sviluppo

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 29 Gennaio 2009

Sabato 31 gennaio ad Erbusco il Congresso della Fai Cisl Brescia

IL SISTEMA AGRO ALIMENRTARE BRESCIANO – UNA RISORSA DELL’ECONOMIA LOCALE

1500 iscritti, una presenza significativa in tutti i settori del comparto agro-alimentare bresciano, un gruppo di dirigenti e di delegati tra i più giovani di tutta l’organizzazione sindacale. La Fai Cisl di Brescia arriva così al suo quarto Congresso territoriale che celebrerà sabato 31 gennaio, a partire dalle 9.30, nella sala convegni del ristorante Pio Nono ad Erbusco. Una scelta logistica non casuale visto che quasi un terzo degli iscritti alla Fai Cisl è costituito da lavoratori del settore vitivinicolo. Un legame con il territorio sottolineato anche dal saluto che in apertura di giornata porteranno ai congressisti il Sindaco di Erbusco, Isabella Nodari, e al Presidente del Consorzio per la tutela del Franciacorta, Ezio Maiolimi.

Il Congresso entrerà nel vivo con la relazione del Segretario generale uscente, Oliviero Sora, da qualche mese eletto nella Segreteria regionale della Fai e dunque, sabato, all’appuntamento conclusivo dei suoi ventuno anni sindacali nella Fai di Brescia.

Parte integrante della relazione sarà l’intervento del prof. Gabriele Canali, docente di economia ambientale nella sedi di Piacenza e Cremona dell’Università Cattolica: un contributo scientifico per leggere la realtà agro-alimentare lombarda, rilevarne debolezze e punti di forza, indicare le prospettive di medio e lungo periodo anche alla luce della crisi economica mondiale che stiamo attraversando.

A chiusura del dibattito che seguirà la relazione sono previsti, in una sorta di tavola rotonda centrata sulla domanda di quali sinergie sono possibili tra impresa e lavoro per affrontare i problemi posti dalla crisi, gli interventi di Annibale Ferodi (Unione Provinciale Agricoltori), Costante Arosio (Coltivatori Diretti), Aldo Gritti (Confederazione Italiana Agricoltori) e Antonio Zampedri (Consorzio AB Carni).

Altri contributi saranno quelli del Segretario generale della Cisl bresciana Renato Zaltieri e del Segretario nazionale della Fai Augusto Cianfoni.

A chiudere la mattinata congressuale sarà Domenico Amigoni, già direttore dell’istituto di cooperazione internazionale della Cisl regionale, che darà conto di un progetto di sviluppo realizzato in El Salvador anche attraverso la solidarietà della Fai bresciana.

I lavori del Congresso termineranno nel tardo pomeriggio con l’elezione del nuovo gruppo dirigente.