La classifica per regioni del lavoro irregolare
TORNA INDIETRO

La classifica per regioni del lavoro irregolare

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 3 Settembre 2008

Il tasso di lavoro irregolare è più alto al Sud. Lo rileva uno studio della Confartigianato diffuso ieri alla stampa. In testa a questa preoccupante classifica c’è la Calabria con il 26,9%, seguita da Sicilia (21,4%), Basilicata (20,1%), Campania (20%), Sardegna (19,4%), Molise (18,6%), Puglia (16,4%), Abruzzo (12,5%). La prima regione del Nord è la Liguria con un tasso di lavoro irregolare del 12,5%. Le regioni più virtuose sono la Lombardia (7,8%), e il Veneto (8,7%). Circa un terzo dell’evasione fiscale è al Sud, il 24%, mentre nel Nord Ovest è al 20% e nel Centro al 18,5% nel Nord Est.