Guarda la registrazione del convegno  E’ POSSIBILE SUPERARE L’OSTACOLO DELLE PAURE? clicca QUI

Contratto pulizie: c’è l’accordo
TORNA INDIETRO

Contratto pulizie: c’è l’accordo

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 19 Dicembre 2007

Èstata siglata oggi pomeriggio alla presenza del ministro del Lavoro l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto delle pulizie scaduto da due anni e mezzo. Lo rende noto un comunicato ministeriale in cui si specifica che l’intesa è stata raggiunta fra Fise, Ancts-Legacoop, Federlavoro-Confcooperative, Psl-Agci e Unionservizi-Confapi e Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltrasporti. L’accordo riguarda circa 500 mila lavoratori che avranno un aumento pari a 115 mila euro medi a regime al secondo livello distribuito su 3 tranches, di cui 20 mila a titolo di elemento distinto della retribuzione, che è finalizzato a compensare il lungo periodo della carenza contrattuale. Il contratto decorrerà dal primo gennaio 2008 con validità quadriennale. La Fisascat Cisl, insieme a Filcams Cgil e Uiltucs Uil, si è impegnata a concludere una vertenza difficile, “lunga e faticosa”, con l’obiettivo di ripristinare il corretto sistema delle relazioni sindacali per la tutela dei diritti e i recuperi salariali tanto attesi dai lavoratori”. È il commento del segretario generale della Fisascat, Pierangelo Raineri, all’intesa raggiunta per il rinnovo del contratto delle pulizie, raggiunta dopo 30 mesi di trattativa. Determinante, a suo avviso, è stato l’impegno del ministero del Lavoro che si è fatto garante di un sistema di regole per assicurare maggiore trasparenza al settore, contrastando fenomeni di lavoro nero e di procedure d’appalto al di sotto dei costi del lavoro previsti dal contratto nazionale.