Domani i funerali del lavoratore di Capriolo
TORNA INDIETRO

Domani i funerali del lavoratore di Capriolo

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 23 Aprile 2007

Si terranno domani pomeriggio, martedì 24 aprile, a Capriolo i funerali del caporeparto della Niggeler & Kupfer Elia Riva morto in un incidente sul lavoro lo scorso venerdì 20 aprile. In occasione del funerale le Organizzazioni sindacali hanno proclamato due ore di sciopero per tutti i lavoratori tessili del territorio di Brescia.

Femca Cisl, Filtea Cgil, e Uilta Uil hanno diffuso venerdì, a poche ore dal tragico infortunio sul lavoro, un comunicato stampa che riprendiamo qui integralmente:

“Nella mattinata odierna, venerdì 20 aprile, è accaduto un infortunio mortale presso lo stabilimento di Capriolo della Niggeler & Kupfer, azienda di filatura del cotone.

Riva Elia, di 51 anni, sposato e padre di due figli, è stato colpito da un impianto di movimentazione e confezionamento delle bobine di filato

Nonostante l’arrivo quasi immediato dell’eliambulanza, per il lavoratore non c’è stato nulla da fare.

I lavoratori della Niggeler & Kupfer sono scesi immediatamente in sciopero, decidendo di prolungarlo per tutte le 24 ore, programmando inoltre un’ulteriore fermata dal lavoro in occasione del funerale. Contemporaneamente sono scesi in sciopero i lavoratori degli stabilimenti di Chiari e di Breno testimoniando la loro forte solidarietà.

Toccherà ora alla Magistratura indagare sulle cause e sulle responsabilità di quanto accaduto, le Organizzazioni Sindacali dei lavoratori tessili di Brescia, non possono non sottolineare il fatto che operazioni che si ripetono con frequenza nei luoghi di lavoro possono trasformarsi in tragedie e questo accade perché le misure di sicurezza adottate, spesso si dimostrano inadeguate ed insufficienti a tutelare la salute e l’integrità fisica dei lavoratori.

Nel sottolineare che tragedie come questa non si verificavano nel settore tessile da oltre un decennio, lascia sgomenti il fatto, che nonostante esistano norme per migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro, oggi accadano  tragici fatti come quello alla  Niggeler & Kupfer di Capriolo così come nelle scorse settimane in altri luoghi di lavoro della provincia di Brescia, tutto questo indica che in nome della competitività si sta  determinando  un progressivo peggioramento delle condizioni di lavoro di fronte al quale occorre reagire con iniziative volte a imporre il rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e con esse della dignità dei lavoratori, al fine di far crescere anche una cultura del rispetto della salute e della vita nei luoghi di lavoro.

Le Organizzazioni Sindacali FEMCA – FILTEA – UILTA anche a nome di tutte le lavoratrice ed i lavoratori tessili della provincia di Brescia nell’esprimere il loro cordoglio e solidarietà ai familiari di Elia, in occasione del funerale proclamano due ore di sciopero per tutti i lavoratori tessili del territorio di Brescia.”