Centrale del latte. La qualità… paga
TORNA INDIETRO

Centrale del latte. La qualità… paga

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 10 Ottobre 2006

Firmato l’accordo integrativo aziendale alla “Centrale del Latte” di Brescia. L’intesa ha valenza quadriennale ed è stata raggiunta dopo mesi di confronto tra azienda e rappresentanti dei lavoratori. Nonostante il positivo andamento economico della “Centrale del Latte” e l’incremento delle vendite, la trattativa è stata difficile e complessa. Il costante sviluppo tecnologico e qualitativo dei processi di produzione e dei prodotti degli ultimi anni è giunto ormai ad un livello difficilmente espandibile; da qui i “problemi di crescita” di questa azienda a capitale pubblico, “costretta” ad un forzato incremento produttivo e commerciale da collocare su un mercato destinato sempre più ad andare oltre i confini provinciali. Sarà questa la sfida dei prossimi anni per la “Centrale del Latte” di Brescia. L’accordo integrativo scommette sullo sviluppo dell’azienda: il valore economico complessivo dell’accordo, vale un incremento salariale a regime di 500 euro l’anno.

Uno dei contenuti più innovativi dell’accordo è la possibilità di utilizzare il vecchio premio di risultato per accrescere la quota aziendale del fondo previdenziale ALIFOND.