Sciopero all’aeroporto di Montichiari
TORNA INDIETRO

Sciopero all’aeroporto di Montichiari

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 19 Maggio 2006

Sciopero di quattro ore, lunedì 22 maggio, all’Aeroporto Gabriele D’Annunzio di Montichiari (dalle 12 alle 16). Lo hanno indetto Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti di Brescia perché i temi posti dal sindacato sul futuro produttivo dello scalo monteclarense, sulle reali prospettive di sviluppo a quasi sette anni dall’avvio delle attività dell’aeroporto, non trovano risposte. La società non è in grado di sviluppare un concreto piano industriale che non sia solo una generica dimostrazione di buona volontà.

Le forze politiche sembrano incapaci di disegnare una reale prospettiva di sviluppo dell’aeroporto, anche e soprattutto in relazione al contesto produttivo territoriale in cui collocare l’aeroporto. Scelte politiche e gestionali profonde non sono rinviabili; tutti i nodi che frenano l’aeroporto vanno sciolti; azienda, istituzioni e forze politiche bresciane devono assumersi le loro responsabilità in tal senso.

La protesta di lunedì verrà gestita in modo che i clienti s’accorgano che c’è uno sciopero, ma non ne paghino le conseguenze. I sindacati hanno invitato alla mobilitazione anche le realtà economiche presenti nello scalo (taxi, negozi eccetera) gravemente penalizzate dal mancato sviluppo di Montichiari.