BONUS 200 euro: che cos’è? chi ne ha diritto? chi deve fare la domanda e chi no? All’ INAS CISL tutte le risposte

Senza soldi. Formazione professionale KO
TORNA INDIETRO

Senza soldi. Formazione professionale KO

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 18 Gennaio 2006

La formazione professionale lombarda non ha più risorse e la Regione oggi non è in grado di garantire l’avvio dei corsi per il prossimo anno scolastico 2006-2007. Il problema riguarda i ragazzi che termineranno a giugno la scuola media e decideranno di iscriversi ai corsi per il conseguimento di una qualifica professionale. Complessivamente si tratta di circa 12-15mila alunni e di oltre 400 corsi Si tratta di una questione molto grave perché in questi giorni, ed entro il 25 gennaio, le famiglie stanno effettuando le pre-iscrizioni dei propri figli al primo anno delle scuole secondarie superiori. La Cisl Scuola denuncia la responsabilità dei tagli compiuti dal ministero dell’Istruzione e dal governo, che pregiudicano le possibilità di scelta delle famiglie, e chiedono alla giunta regionale lombarda e all’assessore all’Istruzione e Formazione Lavoro, di assumere ogni iniziativa che consenta l’iscrizione al primo anno di formazione professionale e di non interrompere la sperimentazione avviata in Lombardia. Se i tagli annunciati fossero confermati si determinerebbe un danno grave per i ragazzi, privati di una scelta formativa che fino ad oggi ha coinvolto migliaia di studenti. Si aggraverebbe inoltre la crisi degli enti di formazione professionale storici che già attraversano uno stato di sofferenza largamente determinato dalla politica regionale.