La Cisl per  gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

Lumetel: la Cisl chiede coerenza
TORNA INDIETRO

Lumetel: la Cisl chiede coerenza

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 12 Gennaio 2006

La vicenda Lumetel, l’azienda di servizi alle imprese a capitale pubblico e privato che rischia di essere messa in liquidazione, è purtroppo esemplare dello strabismo che affligge a Brescia tanto le Istituzioni quanto il sistema economico.

Tutti indicano infatti i servizi di sostegno alle imprese come uno degli strumenti per superare questo momento di difficoltà del nostro sistema economico e produttivo, salvo poi arrivare alla decisione di chiudere forse uno dei pochi esperimenti che ha svolto seriamente questa funzione.

La Cisl non si limita in questa fase a tutelare e a chiedere garanzie per gli 11 dipendenti di Lumetel che vedono andare in fumo il loro posto di lavoro, ma interroga Istituzioni, forze imprenditoriali e sistema bancario sulla credibilità delle parole e degli impegni spesi in questi mesi attorno agli Stati Generali dell’economia, quando nel concreto dietro lo slogan “liquidazione e rinascita” ci sono soltanto vaghe promesse.