Giovani per la pace: il grazie del SERMIG
TORNA INDIETRO

Giovani per la pace: il grazie del SERMIG

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 7 Ottobre 2004

Grazie a tutti i giovani che ci hanno creduto, hanno partecipato, ci hanno aiutato in mille modi”. È il messaggio del Sermig a tutti i partecipanti al 2° Appuntamento dei Giovani della Pace svoltosi ad Asti domenica 3 ottobre. Ed è un grazie che è arrivato anche alla Cisl di Brescia che ha promosso la partecipazione di un centinaio di giovani organizzando due pullman gratuiti.

Grazie ai 400 giovani di Asti che si sono impegnati come volontari e hanno curato insieme a noi l’organizzazione della giornata e l’accoglienza.

Grazie ai gruppi di giovani dalla Romania, dall’Albania, dalla Georgia, dall’Ossezia, dalla Giordania, del Brasile, dalla Galilea… perché ci hanno trasmesso gioia di incontrarsi, di scambiarsi esperienze, di crescere insieme.

Grazie ai giovani testimoni dell’8G, che con grande semplicità ci hanno raccontato i drammi delle loro terre e le speranze dei loro cuori.

Grazie a tutti quelli che hanno scelto di aiutare i bambini contribuendo a salvare i primi centomila (presto sapremo quanto abbiamo realizzato) e a tutti quelli che hanno contribuito a riempire i container della solidarietà (oltre 60 tonnellate di materiale già partito per la Georgia, l’Ossezia e la Romania).

Grazie a chi ha suonato e cantato, a chi ha partecipato alle Tende del Dialogo (stiamo iniziando a raccogliere tutti i contributi), a chi ha partecipato alla Marcia della Creatività, a chi ha animato la giornata, a Nair…

Grazie  a chi ha deciso nel suo cuore di fare di ogni giorno un “3 ottobre” per il dialogo, per la pace, per i bambini, per cambiare se stessi e anche un po’ il mondo.

Sul portale www.giovanipace.org trovate le foto, alcuni degli interventi della giornata e la possibilità di continuare a parlare dei temi del 3 ottobre.

Continuiamo a camminare insieme!