Sulle pensioni finalmente qualcosa si muove

Si è svolto ieri, 23 dicembre, il secondo appuntamento tra Governo e Cgil, Cisl, Uil sulla delega previdenziale.

Nel precedente incontro si era decisa una moratoria di un mese, fino al 10 gennaio, entro la quale effettuare un confronto sulle rispettive “filosofie”, sia in relazione alla previdenza, sia con riferimento al sistema più generale di Welfare.

Nella riunione di ieri si è definito il calendario che ci consentirà di entrare nel merito dei problemi aperti.

Sono state, pertanto, programmate, presso il ministero del Welfare, delle sessioni di confronto, sulla delega previdenziale, che avranno inizio il giorno 29 dicembre e proseguiranno nei giorni 30 dicembre, 7, 8, 9 gennaio.

L’ordine del giorno degli incontri prevede i seguenti argomenti: Sviluppo della previdenza complementare  e tipologia dei fondi; Tfr, destinazione ed utilizzo; Rapporti tra fondi aperti e fondi chiusi; Piani individuali pensionistici; Sistemi di controllo e vigilanza (Covip); Testo Unico; Decontribuzione; Separazione tra assistenza e previdenza; Dinamica della spesa previdenziale.

Il 12 gennaio avrà luogo il primo incontro sul Welfare.

Quello di ieri è stato un incontro positivo, in quanto ha consentito di rendere concreto e programmato l’iter del confronto di merito dei problemi, superando le diffuse resistenze registrate anche nei giorni scorsi.

La decisione congiunta di effettuare un calendario di incontri, nonostante il periodo natalizio, è un segnale incoraggiante.

Anche se è limitato solo al metodo, in quanto, allo stato, sui contenuti permangono differenze su molti punti e posizioni alternative sulla manovra successiva al 2008, il risultato di ieri non va sottovalutato. Si afferma, infatti, anche indipendentemente dagli esiti possibili, la ineluttabilità di discutere, confrontarsi e negoziare. Ciò vale per tutti: Governo e sindacati.

È un obiettivo che noi abbiamo perseguito con tenacia e abbiamo denunciato tutti i tentativi di negarlo.

Il calendario previsto per gli incontri e l’ordine del giorno concordato possono consentire di effettuare davvero la necessaria verifica anche sul merito e permetterci di arrivare al termine del periodo concordato con tutti gli elementi a disposizione per decidere come proseguire.

Etichette:

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511