Lavoratori immigrati al pari di ogni altro

”Come sindacato noi consideriamo il lavoratore immigrato alla pari di ogni altro. Per noi ogni persona è una risorsa per il paese e la società, anche quando è in condizione di disagio”. Con queste parole Savino Pezzotta ha sintetizzato la grande manifestazione di Cgil, Cisl e Uil svoltasi a Vicenza la scorsa settimana per richiamare l’attenzione generale sui diritti dei lavoratori immigrati.

Il Segretario generale della Cisl, ha anche messo in risalto ”la debolezza del nostro Paese sul terreno della cooperazione internazionale: è in atto una politica miope perché non ci accorgiamo che l’Africa è dietro l’angolo”.

”Al Governo – ha detto Pezzotta –  chiediamo un’ attenzione maggiore rispetto ad una legge  Bossi-Fini che invece determina tempi di permanenza eccessivamente brevi e flessibilità eccessive, che non  consentono un processo di integrazione”.

”Non si può nascondere la testa sotto la sabbia – ha aggiunto Pezzotta – e non si possono usare politiche di protezione, che  non servono. È necessario invece avere il coraggio di  affrontare questo problema non solo dal punto di vista delle convenienze economiche, industriali ma anche dal punto di vista di queste persone, titolari come noi di diritti universali, tra cui quello di cittadinanza”.

Etichette:

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511