La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

DPEF: Pezzotta scrive a Berlusconi
TORNA INDIETRO

DPEF: Pezzotta scrive a Berlusconi

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 25 Luglio 2003

Il Segretario  Generale della Cisl, Savino Pezzotta ha inviato, ieri, una lettera al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Ecco il testo della lettera:

Onorevole  Presidente,

il DPEF 2004-2007 indica undici punti da discutere e, come da Lei preannunciato nell’ambito della presentazione, prevede che prima dell’inizio della sessione di bilancio, il Governo apra un tavolo di confronto con le parti sociali e le autonomie locali.

Con la presente vorrei precisarLe che sarebbe opportuno e necessario,  prima di aprire qualsiasi “tavolo”, che venisse chiarito il senso, le modalità e gli obiettivi di tale confronto. Quello che deve assolutamente essere evitato è che il tutto si parcellizzi senza un punto di coordinamento e di valutazione politica complessiva.

Per quanto ci riguarda riteniamo che le priorità di questo confronto debbano essere quelle contenute nel “Patto per la competitività” che CGIL, CISL e UIL hanno recentemente firmato con Confindustria.

Sono convinto che solo con la trasparenza delle responsabilità, dei modi e dei percorsi e una reale volontà concertativa sia possibile dare vita a un confronto che, nel rispetto delle reciproche autonomie e ruoli, sappia individuare soluzioni positive per il Paese e restituire certezza al mondo del lavoro e dei pensionati, sempre più preoccupati dalle voci che vorrebbero mettere in discussione diritti previdenziali, sanitari e assistenziali.

Certo che anche Lei avverta la necessità di chiarire fin dall’inizio, i reali intendimenti del Governo, colgo l’occasione, in attesa di incontrarLa, per rivolgerLe i miei più cordiali saluti