Guarda la registrazione del convegno  E’ POSSIBILE SUPERARE L’OSTACOLO DELLE PAURE? clicca QUI

Primo maggio coi fischi dei soliti noti
TORNA INDIETRO

Primo maggio coi fischi dei soliti noti

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 5 Maggio 2003

Tutto come previsto, purtroppo. Venerdì Primo Maggio, appena dal palco di Piazza Loggia ha preso la parola Aldo Menini, componente della Segretaria della Cisl bresciana, è scattata la contestazione. Una sceneggiata preordinata, con la benevola compiacenza di qualcuno degli organizzatori che pur di dare contro alla Cisl ha trasformato anche la manifestazione della Festa del Lavoro in un’altra occasione di divisione e ha ulteriormente allargato il solco tra chi ostinatamente continua a fare sindacato come la Cisl e chi invece usa il sindacato per fare battaglia politica.

Il breve intervento di Menini in apertura della manifestazione, ha toccato i temi della dignità del lavoro e dei pericoli che lo minacciano, in uno scenario di incertezza e di grande preoccupazione come quello generato dall’intervento militare unilaterale in Iraq e delle incognite che gravano sul processo di pace di tutta la regione medio orientale.

Ma ai “fischiatori” di Piazza Loggia poco importava cosa aveva da dire Menini. Per loro bastava che fosse della Cisl e confermare così il pesante clima di intolleranza e di aggressione di cui l’organizzazione è fatta oggetto da oltre un anno.

Leggi l’intervento introduttivo di Aldo Menini alla manifestazione del Primo Maggio in Piazza Loggia a Brescia.