BONUS 200 euro: che cos’è? chi ne ha diritto? chi deve fare la domanda e chi no? All’ INAS CISL tutte le risposte

ASM e CGIL si danno al minuetto
TORNA INDIETRO

ASM e CGIL si danno al minuetto

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 21 Febbraio 2003

“Anche ai brocchi capita di fare gol se il portiere va a farfalle!”. Renato Zaltieri, Segretario generale della Cisl ha appena ricevuto il fax dal Segretario della Cgil che ritenendo la disponibilità del Presidente di Asm ad una moratoria rispetto al negoziato sull’applicazione dei contratti di settore un fatto nuovo, annuncia la sospensione dello sciopero già proclamato per il 3 marzo prossimo.

“Tutto come previsto! – commenta Zaltieri che assieme alla Uil di Zanelli aveva continuato la trattativa con Asm mentre la Cgil proclamava gli scioperi da sola – Basta andare a rileggere la relazione che ho fatto lunedì al Consiglio generale della Cisl. Era chiaro fin dal primo momento che l’assist di via Lamarmora era stato pilotato, concordato e messo in atto per questo piccolo colpo di teatro ad uso e consumo di una Cgil in difficoltà. La vicenda dimostra purtroppo che la credibilità dell’azienda non è più quella di una volta, in compenso consente a Greco di salvare la faccia, dopo che il Segretario della Camera del Lavoro aveva puntato tutto sullo sciopero separato del 7 febbraio registrando però un misero 32% di adesioni (comprese ferie e malattie) e rendendosi conto che peggio ancora sarebbe andata il 3 marzo”. Cosa succederà ora? “Per quanto ci riguarda – conclude Zaltieri – l’ipotesi di accordo c’è già ed è un punto di arrivo, non di partenza. Sentiremo cosa avrà da dirci di nuovo Asm una volta riabbracciato il figliol prodigo e finiti i festeggiamenti”.