Uffici postali chiusi a dicembre!

Una nota Aziendale di Poste S.p.A. invita i responsabili degli uffici postali a far smaltire parte delle ferie residue entro il 2002. Contemporaneamente raccomanda però agli stessi dirigenti di salvaguardare l’operatività degli uffici postali tanto che ha predisposto il prolungamento degli orari per il 18,19 e 20 dicembre a causa delle scadenze fiscali.

“L’unico commento possibile – ha dichiarato Giovanni Punzi, Segretario generale del Sindacato Poste della Cisl di Brescia – è che probabilmente la Dirigenza romana di poste S.p.A. non conosce le difficoltà operative in cui sono costretti ad operare i dipendenti postali a Brescia. La carenza di personale, le assenze per malattia, le attività formative, il raggiungimento degli obiettivi commerciali annuali sono elementi che pesano solo e soltanto sulle spalle di chi tutte le mattine si presenta in ufficio postale per lavorare. A questa provocazione, allora, noi rispondiamo chiedendo la chiusura degli uffici postali per tutto il mese di dicembre perché, solo così si possono smaltire le ferie!”

Continua, insomma, una situazione a dir poco caotica nelle Poste. “Per sopperire alle carenze degli uffici per i momenti formativi imposti dall’azienda – continua Punzi – alcuni dipendenti sono stati distaccati  nei giorni scorsi in uffici postali distanti oltre 30 Km, altri hanno rinunciato alle ferie per assicurare un minimo di servizio alla clientela! E adesso dobbiamo sentirci prendere in giro sulle feste? Ma chi l’ha detto cha a Natale sono tutti più buoni?”

Etichette: ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511