All’INNSE firmato il contratto integrativo

Firmato ieri a Brescia l’accordo integrativo aziendale dell’ INNSE BERARDI SpA (309 addetti: 170 operai e 139 impiegati). Un’intesa che conferma la fine di una fase di difficoltà dell’ azienda impegnata da due anni in una ristrutturazione interna.

L’accordo prevede l’istituzione di un premio di risultato variabile pari a 2.700.000 lire annue, legato a due indicatori di qualità: il rapporto tra costi di installazione e assistenza e costi totali delle macchine, e la certificazione di qualità.

L’accordo conferma inoltre la contrattazione della professionalità sulla base di parametri riconosciuti congiuntamente tra le parti,  quali ad esempio la specializzazione raggiunta, il livello di polivalenza, la responsabilità, l’autonomia operativa e la partecipazione a corsi di formazione professionale.

Migliora anche il trattamento per le malattie lunghe, retribuite dal Contratto Nazionale al 50%, che vengono portate al 70%.

“Siamo molto soddisfatti del risultato – commenta Sandro Pasotti, Segretario generale della Fim Cisl – frutto di una lunga e complessa trattativa iniziata a settembre, che conferma come la contrattazione decentrata può dare buone soddisfazioni ai lavoratori e consentire una migliore tutela anche per i più deboli”.

Etichette:

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511